Home > Blog > Ricette > Il supplì romano: ricetta e curiosità
rome street food tour

Il supplì romano: ricetta e curiosità

Il supplì rappresenta insieme alla pasta alla carbonara, alla gricia e alla cacio e pepe uno dei pilastri della cucina romana ed è il principale cibo da street food della capitale italiana.

Il nome Supplì non è romano, ma deriva piuttosto dal francese “surprise”, dovuto al ripieno al loro interno che rappresenta appunto una sorpresa (anni fa escclusivamente di carne e oggi anche con mozzarella).

Si racconta che furono infatti i francesi, con le truppe napoleoniche, che portarono per primi a Roma una palla di riso bianca ripiena di carne. I romani ne modificarono successivamente la ricetta e li chiamarono “suppli”.

Si distinguono dagli arancini siciliani per due motivi in particolare: per la loro forma cilindrica e per il condimento del riso, che normalmente viene preparato con salsa al pomodoro o ragù.

I supplì romani vengono anche chiamati “supplì al telefono”, in quanto ricordano la forma del classico telefono quando vengono gustati aprendoli a metà con la mozzarella al centro che si scioglie collegando le due parti del supplì precedentemente aperte con le mani, come fosse appunto il filo di un telefono.

 

Ingredienti per i supplì romani

Per il riso:

  • 300 gr di riso
  • Olio extravergine d’oliva
  • Cipolla
  • 100 gr di carne bovina macinata
  • 200 gr di passata di pomodoro
  • Brodo vegetale o di carne
  • 50 g di Grana Padano per mantecare
  • 50 ml Vino bianco
  • Sale e pepe nero

Per la panatura e il ripieno:

  • 2 uova
  • Un pizzico di sale
  • Pangrattato qb
  • Mozzarella qb

suppli romano

Preparazione

Tagliare la cipolla finemente, fare rosolare in un tegame con olio e unire poi la carne macinata. Rosolare bene la carne e successivamente aggiungere il vino bianco, fino a che non evapora.

Aggiungere la passata di pomodoro e lasciare in cottura per circa mezz’ora. Aggiungere poi sale, pepe e versare il riso in padella.

Aggiungere poi il brodo fino a completa cottura e fare riposare il tutto per circa un’ora.

Dopo aver tagliato la mozzarella a dadini, formare delle palline allungate con il riso e inserire al loro interno i dadini di mozzarella.

Per la panatura, sbattere le uova ed immergervi le palline. Far rotolare poi le palline nel pangrattato e friggere le palline in un tegame con abbondante olio di semi caldo (o in una friggitrice). I suppli’ sono pronti quando risultano croccanti e dorati in superficie.

suppli roma

Volete assaggiare i supplì originali di Roma? Venite a provare uno dei nostri tour gastronomici a Roma…non ve ne pentirete!

Buon appetito!